883 – Gli anni

Copyright Fri Records

Copyright Fri Records

Gli 883 e Max Pezzali sono ricordati per tantissime canzoni, sia con oggetto gli amori dell’adolescenza (“Una canzone d’amore”, “Ti sento vivere”, etc.) che la vita e l’amicizia (“La dura legge del gol”, “Weekend”, “La regola dell’amico”, etc.). Ma quella che tutti ricordano sempre e cantano durante i karaoke è “Gli Anni” (l’album è “La donna, il sogno e il grande incubo” del 1995).

L’intro è già di per sé leggermente triste, sia per la musica un po’ lenta che per il primo e famoso verso ripetuto all’inizio di tutte e tre le strofe: “Stessa storia, stesso posto, stesso bar”.
Triste perché ricorda il tempo che è passato e non ritorna più. E’ una tristezza che coglie il più profondo dell’animo nei momenti in cui ci si sente più soli e si fanno i conti con la propria vita, con quanto si è fatto (di bello e di brutto), con il tempo che si è perso e con i sogni che col tempo si sono scontrati contro il muro della realtà.

E in effetti è così: la tipa che si incontra fuori al bar, la personificazione della Vita, sta lì a ricordarcelo ogni qual volta noi sembriamo dimenticarlo…”il tempo passa per tutti lo sai, nessuno indietro lo riporterà neppure noi”!

max-pezzali1Quanta semplice e nuda (e dura!) verità in pochi versi, semplici ed orecchiabili! Se poi si fa il paio con il ritornello, allora tutto dà risalto al tempo che è stato e ai ricordi di esso, che sono l’unica fonte di gioia in un momento di tristezza. Sembra quasi che qui si voglia dire che la vita non sia altro che tristezza che prima o poi si farà sentire, che presenta sempre il suo conto più o meno salato in base a come l’abbiamo vissuta, ma che possiamo rifugiarci nei ricordi per alleviare questo dolore latente, sottile, che si insinua in noi. E ripercorriamo gli anni di cui si parla nel brano, allora!

Il grande Real Madrid dei “Galacticos” vincitori di 9 Champions’ League/Coppe Campioni; gli anni del famoso telefilm “Happy Days” e del personaggio Ralph Malph (interpretato da Donny Most, è l’amico di Richie Cunningham, alias Ron Howard) che è il giusto simbolo delle “immense compagnie” e “degli anni in motorino sempre in due” e del “qualsiasi cosa fai…tranquillo siamo qui noi”. Si parla, in sostanza, degli anni ’80 e dei primi anni ’90.

Sono passati tanti anni oramai da questa canzone e, volendo, la si potrebbe lasciare identica in tutto tranne che nel ritornello. Se si potesse riscrivere il ritornello…voi come lo riscriveste, cari inchiostrati?

 

Testo originale Sondaggio
Gli anni d’oro del grande Real Gli anni d’oro del grande 

  • Barça (67%, 2 Votes)
  • Real (33%, 1 Votes)
  • Bayern (0%, 0 Votes)

Total Voters: 3

Loading ... Loading ...
Gli anni di Happy Days Gli anni di 

  • Dawson's Creek (33%, 1 Votes)
  • Beverly Hills (33%, 1 Votes)
  • Buffy (33%, 1 Votes)

Total Voters: 3

Loading ... Loading ...
e di Ralph Malph e di 

  • Pacey Witter (33%, 1 Votes)
  • Steve Sanders (33%, 1 Votes)
  • Willow Rosenberg (33%, 1 Votes)

Total Voters: 3

Loading ... Loading ...
Gli anni delle immense compagnie Gli anni delle immense compagnie
Gli anni in motorino sempre in due Gli anni in motorino sempre in due
Gli anni di che belli erano i film Gli anni di che belli erano i film
Gli anni dei Roy Rogers come jeans Gli anni dei 

  • Richmond (100%, 3 Votes)
  • Cavalli (0%, 0 Votes)
  • D&G (0%, 0 Votes)

Total Voters: 3

Loading ... Loading ...
come jeans
Gli anni del qualsiasi cosa fai Gli anni del qualsiasi cosa fai
Gli anni del tranquillo siam qui noi Gli anni del tranquillo siam qui noi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *